03 LUG 2021

data confermata  

La sentinella di pietra sul Lago di Piediluco

Labro, posto in cima a un colle boscoso che da un lato domina il Lago di Piediluco e dall’altro l’immensa falesia del Monte Terminillo ha una storia millenaria. Questo piccolo borgo completamente rivestito di pietra è stato guardia degli antichi confini fra le terre umbre e reatine da quando, a metà del X secolo, l’imperatore germanico Ottone I investì Aldobrandino de’Nobili signore di Labro e concesse a lui la signoria di altri 12 castelli situati tra il ducato spoletino e il contado di Rieti.

L’ipotesi più accreditata per l’origine del nome è la derivazione da lavabrum che in latino vuol significare vasca, bacino proprio in virtù della sua splendida posizione che consente una fantastica vista sul catino del Lago di Piediluco, un tempo assai più esteso, sul cui bordo il paese di Labro sarebbe venuto anticamente a trovarsi.

Dopo aver subito un forte spopolamento nel secondo dopoguerra, a partire dal 1968, grazie all’iniziativa degli eredi della famiglia Nobili-Vitelleschi, è stato oggetto di un impegnativo progetto di recupero integrale del borgo che ha incluso il restauro di tutti gli antichi edifici.

Il nostro percorso ci permetterà di vederlo prima dal basso, dalla riva dello splendido lago che ha per così tanto tempo sorvegliato, per poi addentrarci nelle sue minuscole vie non hanno mai conosciuto asfalto e mezzi a motore.

Al termine, non mancheranno momenti di relax sui prati dello specchio d’acqua di quello che è stato l’antico Lacus Velinus e che ai tempi dei Romani, tramite la realizzazione di un canale, è diventato l’origine dalla Cascata delle Marmore.

Per prenotazioni e informazioni contattare

Agostino Anfossi

Guida AIGAE
Professionista operante ai
sensi della Legge 4/2013
Cell 377 55 010 91

___ Note tecniche ___

  • Lunghezza in Km
    Lunghezza in Km 12
  • Dislivello complessivo in m
    Dislivello complessivo in m 300
  • Difficoltà
    Difficoltà T/E
  • Numero di ore (soste escluse)
    Numero di ore (soste escluse) 5
  • Costo per partecipante
    Costo per partecipante 15

L’escursione prevede un numero molto contenuto di partecipanti per consentire la completa e agevole attuazione delle linee guida nazionali e regionali sul contenimento del COVD-19. Per partecipare è indispensabile conoscere e sottoscrivere le Regole di partecipazione relative al COVID-19 che intendiamo far rispettare durante le nostre attività.

Gli organizzatori si riservano la facoltà di variare il percorso e la sua durata in base alle condizioni meteo, dei sentieri o fisiche dei partecipanti.

___ Cosa portare ___

Scarpe da trekking e fischietto obbligatori
Consigliamo di vestirsi a strati con indumenti traspiranti e antivento/antipioggia
Pranzo al sacco e almeno 1,5 litri d’acqua

Gli accompagnatori si riservano la facoltà di negare la partecipazione qualora giudicassero non adeguato l’equipaggiamento posseduto dall’escursionista.

___ Trasporto ___

Il trasporto è a carico dei partecipanti. A causa della situazione venutasi a creare con la diffusione del virus COVID-19, al contrario di quello che abbiamo fatto nel passato, non forniremo alcuna assistenza nella condivisione dei passaggi che, anzi, sconsigliamo (a meno che non si tratti di conviventi).

___ Appuntamento ___

Ci incontreremo alle 10:00 nei pressi di Piediluco (TR). Dettagli ulteriori saranno forniti in fase di conferma dell’escursione.

Al fine di gestire al meglio l’organizzazione dell’escursione é OBBLIGATORIO PRENOTARE contattando direttamente PER TELEFONO le Guide entro le ore 19:00 del 01/07/2021.

___ Guide AIGAE ___

Indietro
WhatsApp
Telegram