31 MAG 2021

data da confermare  

Il Lago di Mezzano sul Sentiero dei Briganti

A poca distanza dal Lago di Bolsena, un antico vulcano di 9 km di diametro, esaurita la forza esplosiva, ha lasciato la sua impronta: la caldera di Latera, una vallata dal fondo pianeggiante ricoperta dalla vegetazione dei pascoli a cui si accede, per nascosti sentieri, da un fitto bosco di querce, castagni e inaspettati faggi. E nel suo punto più basso, il tallone, si raccolgono le acque piovane di uno splendido lago, Mezzano, circondato da canneti, ontani e pioppi e popolato da coregoni, carpe e trote.

Già conosciuto e descritto da Seneca e Plinio, si è recentemente scoperto che erano qui presenti alcuni villaggi dell’Età del Bronzo (2000-1000 anni a. C.), poi sommersi, di cui il lago ha conservato gelosamente strutture lignee delle palafitte, contenitori ceramici e altri resti ora esposti nel museo di Valentano.

Nel corso del 1800, in questo territorio isolato e selvaggio, impervio e scarsamente popolato, ai confini tra lo Stato Pontificio e il Granducato di Toscana, prima, ed il neo formato Regno d’Italia, poi, il fenomeno del brigantaggio trovò le condizioni favorevoli per svilupparsi con personaggi, come Tiburzi e Menichetti, rimasti leggendari e a cui sono state dedicate delle tappe del Sentiero dei Briganti che, in parte, calcheremo.

Lo raggiungeremo attraversando alcuni tratti del Sentiero dei Briganti, che collega la Riserva Naturale di Monte Rufeno con Vulci,

Lungo il Sentiero dei Briganti, nell’Alta Tuscia, si ripercorrono le tracce dei banditi che, durante il XIX secolo, seminarono il terrore in questa zona.

Per prenotazioni e informazioni contattare

Agostino Anfossi

Guida AIGAE
Professionista operante ai
sensi della Legge 4/2013
Cell 377 55 010 91

___ Note tecniche ___

  • Lunghezza in Km
    Lunghezza in Km 15
  • Dislivello complessivo in m
    Dislivello complessivo in m 200
  • Difficoltà
    Difficoltà E
  • Numero di ore (soste escluse)
    Numero di ore (soste escluse) 6
  • Costo per partecipante
    Costo per partecipante 15

L’escursione prevede un numero molto contenuto di partecipanti per consentire la completa e agevole attuazione delle linee guida nazionali e regionali sul contenimento del COVD-19. Per partecipare è indispensabile conoscere e sottoscrivere le Regole di partecipazione relative al COVID-19 che intendiamo far rispettare durante le nostre attività.

Gli organizzatori si riservano la facoltà di variare il percorso e la sua durata in base alle condizioni meteo, dei sentieri o fisiche dei partecipanti.

___ Cosa portare ___

Scarpe da trekking e fischietto obbligatori
Bastoncini da trekking consigliati
Consigliamo di vestirsi a strati con indumenti traspiranti e antivento/antipioggia
Pranzo al sacco e almeno 1,5 litri d’acqua

Gli accompagnatori si riservano la facoltà di negare la partecipazione qualora giudicassero non adeguato l’equipaggiamento posseduto dall’escursionista.

___ Trasporto ___

Il trasporto è a carico dei partecipanti. A causa della situazione venutasi a creare con la diffusione del virus COVID-19, al contrario di quello che abbiamo fatto nel passato, non forniremo alcuna assistenza nella condivisione dei passaggi che, anzi, sconsigliamo (a meno che non si tratti di conviventi).

___ Appuntamento ___

Ci incontreremo alle 10:00 nei pressi di Valentano (VT). Dettagli ulteriori saranno forniti in fase di conferma dell’escursione.

Al fine di gestire al meglio l’organizzazione dell’escursione é OBBLIGATORIO PRENOTARE contattando direttamente PER TELEFONO le Guide entro le ore 19:00 del 29/05/2021.

___ Guide AIGAE ___

Indietro
WhatsApp
Telegram