13 MAR 2021

data da confermare  

Dalla Piramide Etrusca alla Torre di Chia

I boschi di Bomarzo ospitano innumerevoli tesori naturalistici ed archeologici le cui sorti si intrecciano da tanti secoli, a volte millenni. Di alcuni sappiamo tutto o quasi e di altri possiamo solo fare supposizioni.
Una tagliata etrusca, una via letteralmente scavata nella roccia, ci introdurrà nel fitto della vegetazione dove, all’improvviso, comparirà un immenso blocco di peperino che qualcuno, forse persino prima della antica popolazione dell’Etruria, ha lavorato per ricavare una enorme piramide tronca. Non si conosce esattamente la sua funzione originaria ma in molti ritengono fosse un monumento religioso, chiamato dai locali il “Sasso del predicatore”, dove probabilmente si effettuavano sacrifici rituali animali o persino umani. Completamente celato da rovi e tronchi, è stato ripulito e riportato alla luce solo pochi anni fà da Salvatore Fosci, proprietario di un terreno agricolo nei suoi pressi, ed è ora fruibile per gli escursionisti.

Camminando su sentieri, a volte un pò impervi, giungeremo ad una necropoli immersa nel fitto bosco dove numerose tombe antropomorfe furono ricavate direttamente nella roccia vicino ad una diruta chiesa absidata protocristiana dedicata probabilmente a Santa Cecilia.

Dopo essere saliti ed avvere ammirato dall’alto la vallata del Fosso Castello, ridiscenderemo fino al suo greto per scoprire il suo ponte romano e i suoi mulini medievali per la produzione di cereali e di olio che rimasero in funzione fino alla metà del secolo scorso.

Poco più a monte troveremo le cascatelle utilizzate intorno al 1960 durante le riprese del film “Il Vangelo secondo Matteo” di Pasolini e, infine, la Torre di Chia, che il regista, affascinato dalla selvaticità di quei paesaggi, volle possedere per poterci scrivere e dipingere.

Per prenotazioni e informazioni contattare

Agostino Anfossi

Guida AIGAE
Professionista operante ai
sensi della Legge 4/2013
Cell 377 55 010 91

___ Note tecniche ___

  • Lunghezza in Km
    Lunghezza in Km 9
  • Dislivello complessivo in m
    Dislivello complessivo in m 300
  • Difficoltà
    Difficoltà E
  • Numero di ore (soste escluse)
    Numero di ore (soste escluse) 6
  • Costo per partecipante
    Costo per partecipante 15

L’escursione prevede un numero molto contenuto di partecipanti per consentire la completa e agevole attuazione delle linee guida nazionali e regionali sul contenimento del COVD-19. Per partecipare è indispensabile conoscere e sottoscrivere le Regole di partecipazione relative al COVID-19 che intendiamo far rispettare durante le nostre attività.

Pur se breve e di modesto impegno fisico, questa escursione richiede un minimo di esperienza nel camminare su percorsi accidentati e terreni umidi che possono diventare fangosi e scivolosi. Non è la passeggiata al Parco !

Gli organizzatori si riservano la facoltà di variare il percorso e la sua durata in base alle condizioni meteo, dei sentieri o fisiche dei partecipanti.

___ Cosa portare ___

Scarpe da trekking e fischietto obbligatori.
Bastoncini consigliati.
Consigliamo di vestirsi a strati con indumenti traspiranti, portando uno strato caldo e uno antivento/antipioggia .
Pranzo al sacco e almeno 1,5 litri d’acqua

Gli accompagnatori si riservano la facoltà di negare la partecipazione qualora giudicassero non adeguato l’equipaggiamento posseduto dall’escursionista.

___ Trasporto ___

Il trasporto è a carico dei partecipanti. A causa della situazione venutasi a creare con la diffusione del virus COVID-19, per il momento non forniremo alcuna assistenza nella condivisione dei passaggi.

___ Appuntamento ___

Ci incontreremo alle 9:30 nei pressi di Bomarzo (VT). I dettagli verranno forniti al momento della conferma dell’escursione.

Al fine di gestire al meglio l’organizzazione dell’escursione e’ OBBLIGATORIO PRENOTARE contattando direttamente PER TELEFONO le Guide entro le ore 19:00 del 16/04/2021.

___ Guide AIGAE ___

Indietro
WhatsApp
Telegram